Image by Mae Mu
il MIELE

Il miele merita di entrare tutti i giorni nelle nostre tavole.  Alimento energetico composto da zuccheri semplici (fruttosio-glucosio) facilmente digeribile, contiene: enzimi, vitamine, oligominerali, sostanze antibiotico-simili e sostanze che possono favorire i processi di accrescimento.
I settori dell'organismo in cui il miele esercita i suoi benefici:

  • Prime vie respiratorie: azione decongestionante, calmante della tosse

  • Muscoli: aumento della potenza fisica e della resistenza

  • Cuore: azione cardiotropa

  • Fegato: azione protettiva e disintossicante

  • Apparato digerente: azione protettiva, stimolante, regolatrice

  • Reni: azione diuretica

  • Sangue: azione antianemica

  • Ossa: fissazione del calcio e del magnesio

torchiato millefiori 250.jpg
il TORCHIATO

Miele quanto più naturale e tradizionale possibile nel metodo di estrazione! Abbiamo realizzato "il Miele TORCHIATO", un Millefiori in cui  si ha la garanzia di gustare un miele totalmente integrale.
Ciò che lo rende speciale ed unico nel suo genere è infatti il modo in cui estraiamo il miele, ovvero spremendo favi e cera d'opercolo al torchio. Questo procedimento è lento e fa si che il miele si stressi meno.
Questo metodo di estrazione appartiene all'apicoltura antica e tradizionale, in cui il miele veniva appunto estratto con la torchiatura (spremitura di favi non contenenti uova, larve o pupe d’ape). 
Inoltre non filtriamo il nostro miele torchiato, ma aspettiamo invece il suo naturale processo di maturazione, dove è il miele stesso che rigetta la cera in eccesso facendola venire in superficie. E' grazie alla torchiatura che questo miele non ingloba aria.

Acquistalo -> MIELE TORCHIATO MILLEFIORI

millefiori parchi 250.jpg
MIELE dei PARCHI ABRUZZESI

Il nostro MIELE MILLEFIORI DEI PARCHI ABRUZZESI, nasce dall'idea di portare le nostre api in territori "di benessere" dove possono rigenerarsi in questi luoghi protetti ed unici in cui la biodiversità viene tutelata. Il miele che ne deriva è unico e irripetibile negli anni, perché in questi territori le correnti d'aria, l'altitudine, le latitudini, la fauna e la flora, si combinano ed interagiscono sempre in un modo diverso, conferendo un miele straordinario unico e tipico di un'annata.

Va da se che il lavoro dell'apicoltore è estremamente importante, in quanto deve essere un attento osservatore e conoscitore dei luoghi e della natura, per poter in primis garantire il benessere delle proprie api ed infine un prodotto così eccellente. Noi ci impegniamo sempre al meglio per riuscirci!

L'Abruzzo è la Regione Verde d'Europa, in cui un terzo del suo territorio è occupato da aree verdi: parchi nazionali, parco regionale e riserve naturali protette.  

<<A tutela dei più tipici ambienti dell’Appennino esistenti nella regione, l’Abruzzo vanta la presenza di tre parchi nazionali (il Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, il Parco Nazionale della Maiella e il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga) e di numerose aree protette e riserve naturali, che ricoprono circa un terzo del suo territorio, tanto che l’Abruzzo è conosciuto come la regione verde d’Europa. Fonte: ESA, European Space Agency (Agenzia Spaziale Europea).

Non vi resta che provarlo ed apprezzarlo ogni anno! 

Acquistalo -> MILLEFIORI DEI PARCHI ABRUZZESI

IMG_3909.gif
la CRISTALLIZZAZIONE

Il miele cristallizza in base alla componente di glucosio e fruttosio; più è alta la percentuale del primo e più risulterà cristallizzato. La cristallizzazione è un processo naturale legato quindi alla composizione chimica di un miele, diversa per ogni tipologia (il miele d'acacia per esempio cristallizza molto lentamente, mentre il miele d'edera solidifica addirittura già nel favo) e non alla qualità del prodotto, contrariamente a quanto si possa pensare.

Il miele che troviamo spesso nella grande distribuzione, di composizione molto liquida, in realtà subisce una pastorizzazione, ovvero un processo di riscaldamento industriale, basato sul calore diretto, per rendere il miele liquido, che permette una conservabilità maggiore distruggendo eventuali microorganismi, ma altera anche la componente
enzimatica e le proprietà antibiotiche ed antibatteriche, che lo rendono un alimento così speciale.

polline.jpg
il POLLINE

Elemento energizzante di assoluta importanza, è un concentrato di PROTEINE, di AMINOACIDI NATURALI (contiene ben 20 dei 22 esistenti), OMEGA 3 e OMEGA 6, acidi grassi prevalentemente insaturi.

Ricco di quasi tutte le VITAMINE NECESSARIE per il nostro organismo: VIT. A ,VIT. C, ACIDO FOLICO, B1, B2, B3, B5, B6, BIOTINA, B9, B12, MINERALI ed OLIGOELEMENTI come CALCIO, ZINCO, FERRO, MAGNESIO, FOSFORO, SELENIO, nonché di ACQUA ed ENZIMI.

Inoltre, il polline contiene sostanze importanti per sviluppo della crescita. Il polline è una preziosa fonte di proteine immediatamente disponibili, si pensi che viene definito la "bistecca" delle api. Infatti 100 gr di polline apportano altrettante proteine di 7 uova o di 400 gr di carne di manzo! Per questo è particolarmente indicato per i Vegani e Vegetariani.

E’ un ottimo ricostituente che trova largo impiego da parte degli sportivi. Inoltre risultati apprezzabili si sono riscontrati nel contribuire a prevenire molte patologie. Ottimo regolatore della funzione intestinale, per le sue proprietà il polline è indicato come ottimo integratore per aumentare le difese Immunitarie sia degli adulti che dei bambini.

Per la sua assunzione si consiglia di lasciarlo sciogliere in bocca allo stato naturale oppure di scioglierlo in qualsiasi bevanda. Si può miscelare con il miele oppure aggiungerlo allo yogurt o al latte come si fa con i cereali. Esiste una forte sinergia con la frutta. Se preparate una macedonia (possibilmente la mattina) e lo consumante con il polline l’effetto sarà più rapido e potente!

Consigli per l'assunzione: 10/15 gr al giorno sono sufficienti a fornire il giusto apporto energetico e vitaminico. La somministrazione del polline dovrebbe essere continua per almeno 20-30 giorni.

1 cucchiaino da caffè raso di polline fresco pesa 5 gr., 1 cucchiaio da minestra raso di polline fresco pesa 15 gr.

Per quanto riguarda la durata di assunzione del polline non c’è una regola. Sicuramente continuità e regolarità sono alla base di un buon risultato!

Il nostro è POLLINE FRESCO, per mantenere meglio tutte le sue proprietà!

E' un alimento completo, oltre che:

  • è un prodotto interamente naturale e raccolto naturalmente

  • è facile da prendere e si integra senza difficoltà nell’alimentazione giornaliera

  • può essere preso a tutte le età secondo una posologia molto elastica e di facile adattamento

  • rinforza le difese dell'organismo e lo mette al riparo dalle aggressioni

  • migliora lo stato generale e il potenziale di energia vitale, miglioramento che è sorgente di benessere e sanità

  • attenua numerosi disturbi patologici

  • è meravigliosamente tollerato e non da disturbi secondari

  • il suo prezzo è molto ragionevole!

Acquistalo -> POLLINE FRESCO

propoli.jpg
la PROPOLI
La propoli è composta per lo più da resine, balsami e cere, che variano a seconda delle diverse fonti di raccolta.
A queste componenti si aggiungono sempre acidi aromatici, polline, oli essenziali e sostanze organiche vegetali e minerali, presenti in una percentuale di circa il 15%.
Ricca di flavonoidi e polifenoli, la propoli presenta anche un elevato contenuto di sali minerali, tra cui ferro, calcio, rame e manganese, e di vitamine del gruppo B.
La propoli svolge numerose attività benefiche per tutto l'organismo. La composizione di acido caffeico e flavonoidi rende la propoli un potente antinfiammatorio, efficace in persone che soffrono di asma.La lista delle proprietà della propoli è davvero lunga: ha infatti effetti antivirali, cicatrizzanti, antimicotici, immunostimolanti, vasoprotettivi
Viene usato per curare bruciature, irritazioni e brufoli (li secca e li cicatrizza).
La propoli in soluzione glicolica o alcolica è utile per afte, ascessi, vescichette del cavo orale. Sui denti doloranti ha un'azione decongestionante quindi efficace anche sulle gengiviti (ma in tal caso dovrà essere in soluzione glicolica).
Il propoli dà inoltre immediato sollievo alla gola infiammata (utilizzare spennellature di estratto glicolico). La propoli è anche un'ottimo prodotto naturale preventivo contro raffreddori e influenze.
Acquistala -> PROPOLI TINTURA ALCOLICA
-> PROPOLI SPRAY ANALCOLICA
IMG_2100IMG_.JPG
la PAPPA REALE
Nella pappa reale sono presenti tutti gli amminoacidi essenziali più quelli liberi: acido aspartico e glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina, acido gamma-amminobutirrico e treonina.La pappa reale contiene inoltre acetilcolina, un nurotrasmettitore responsabile della trasmissione degli impulsi nervosi al sistema nervoso centrale.
Consumare pappa reale, grazie alla presenza di antiossidanti, contribuisce a ridurre il tasso di colesterolo cattivo nell’organismo ed allo stesso tempo il consumo di pappa reale è un ottimo metodo preventivo per patologie come l’ictus, l’aterosclerosi e altri problemi legati al sistema cardiovascolare.Inoltre la pappa reale è in grado di migliorare la circolazione sanguigna e di mantenere la pressione arteriosa su livelli normali. Velocizza il tempo di cicatrizzazione delle ferite, rallenta l’invecchiamento delle cellule, combatte disturbi intestinali, ed è considerata un eccellente antibiotico naturale grazie alle sue proprietà antibatteriche ed antimicrobiche. Tali proprietà pare siano da attribuire ad una proteina chiamata roialisina.

 

La pappa reale contiene i seguenti minerali: ferro, fosforo, potassio, zolfo, magnesio, silicio, calcio, rame, sodio, selenio e manganese.La pappa reale è ricca di vitamine, in particolar modo quelle del gruppo B; basta pensare che in natura non esiste nessun altro elemento con un contenuto di viatmina B5 uguale a quello della pappa reale. Le vitamine presenti in 100 gr di pappa reale sono: Vitamina A 1,10 mg, B1 2,06 mg, B2 2,77, B3 42,42 mg, B5 52,80 mg, B6 11,90 mg, B9 0,4, mg, B12  0,15 mg, vitamina E 5,00 mg, vitamina C 2,00 mg.

 

Consigli

La pappa reale va presa ogni mattina, possibilmente a digiuno, come quantità un palettino (piccolissimo cucchiaio in dotazione nella confezione), massimo due e da sciogliere sotto la lingua così da permettere un totale assorbimento da parte dell’organismo.
Se il sapore non risulta gradevole, in quanto un po’ acido è consigliabile aggiungervi un po’ di miele per renderla più gradevole al palato.
IMG_20201031_202027.jpg
la CERA
Mentre molti insetti costruiscono i loro nidi utilizzando materiali raccolti nell’ambiente (come fibre vegetali e fango), le api producono da sole il loro materiale da costruzione:
la cera. Con essa costruiscono le strutture interne,i favi, formati da celle esagonali che serviranno sia allo sviluppo delle api dall’uovo all’adulto, sia ad  immagazzinare il polline e il miele. Come per molti altri lavori dell’alveare, la produzione della cera e la costruzione di favi è affidata ad api di una specifica fascia d’età, e cioè dal decimo giorno di vita fino a circa il diciottesimo: questa capacità coincide infatti con lo sviluppo di particolari ghiandole dette ceripare, che si trovano nell’addome.Oggi la cera viene usata per le sue proprietà cicatrizzanti, antiinfiammatorie, per ascessi,  e bruciature, screpolature, in impiastri caldi per artrosi e affezioni reumatiche e alcuni tipi di nevralgie, per facilitare il transito intestinale, per rinforzare le medicazioni periodontali.
In cosmesi ha un’azione soprattutto sulla pelle delicata,se deidratata e devitalizzata; pulisce l’epidermide e nutre la pelle. Entra a far parte di creme struccanti, creme emollienti e protettive, creme da massaggio,ombretti, mascara, matite per labbra, lucidalabbra.Le cere sono infiammabili e l’uso forse più popolare della cera è quello per l’illuminazione. A differenza delle cere minerali le cere organiche come quella d’api non lasciano residui dopo la bruciatura. Pitture tombali egiziane eseguite tra il 1567 e il 1085 prima di Cristo mostrano due tipi di candele, una delle quali tenuta in mano da un sacerdote.  L’uso per l’illuminazione si intreccia a quello rituale e liturgico. La chiesa Cattolica ne normò l’uso nel (306 d.C.)
Una piccola, semplice, scoperta ha rivoluzionato l’apicoltura, nella seconda metà dell’Ottocento: quella di uno spazio sempre uguale, di nove millimetri, che le api lasciano tra una costruzione e l’altra del loro alveare naturale. Questa scoperta  ha permesso l’invenzione di un’arnia a telai scomponibile, quella moderna, dove i favi vengono costruiti dalle api all’interno di telai di legno forniti dall’apicoltore e rispettosi delle distanze naturali. Questo sistema permette anche di controllare e orientare  lo sviluppo delle colonie d’api secondo le esigenze dell’allevatore e anche di osservare le api in ogni fase del loro ciclo biologico, perché i telaini si possono estrarre e “sfogliare”, osservare,  come le pagine di un libro aperto.  Insieme all’uso dei telaini mobili si è sviluppato quello dei fogli cerei, che nei telaini vengono inseriti con la struttura esagonale delle celle prestampata, per facilitare il lavoro delle api.

Acquistala -> Cera d'Api Purissima d'opercolo
 
Privacy Policy Cookie Policy